Vulcanica AIS - 09/06/2017

Tra le iniziative volte a tutelare e promuovere il nostro Territorio, anche quest’anno la  Delegazione AIS Comuni Vesuviani, ha inteso rinnovare l’appuntamento con  “VULCANICA AIS, manifestazione dedicata alle eccellenze enologiche e agroalimentari del ...

La Tenuta Matilde Zasso è una delle più grandi ed interessanti realtà enologiche della zona flegrea. Un’azienda con una tradizione vinicola lunga tre generazioni e l’unica a Pozzuoli che produce i vini Doc dei Campi Flegrei

Siamo alla fine dell’800, quando il nonno, Michele Vicidomini, ispirato dall’amore per la propria terra e dal fascino dei grandi vini dei Campi Flegrei inizia la sua attività al Monte di Procida, dove produce piccole quantità di vino per la famiglia, utilizzando i tradizionali metodi di lavorazione e vende il vino in "quartaruli".

Ma è nel 1958 che il figlio, Salvatore Vicidomini con la moglie Matilde, volendo continuare la tradizione familiare trasferisce la sede a Pozzuoli nei pressi del vulcano Solfatara e non solo vendono il vino, ma iniziano ad imbottigliarlo, trasformando una passione in una grande azienda.
Fondano l’ azienda agricola ‘Tenuta Matilde Zasso’.
Arrivano i primi macchinari per l’imbottigliamento, per poi giungere man mano all’utilizzo di nuove tecnologie per la vinificazione.

Nel 1994 ,in seguito al riconoscimento della DOC ( denominazione di origine controllata ) per la Falanghina e il Piedirosso, parte la produzione dei vini Doc dei Campi Flegrei e si assiste ad un nuovo ampliamento dell’azienda con l’acquisizione di nuovi vitigni.

Oggi l’azienda è diretta con professionalità e con rispetto della tradizione dalla famiglia Vicidomini, dai 5 figli di Salvatore e Matilde, ciascuno dei quali si occupa di un settore specifico dell’azienda, dalla viticoltura alla torchiatura, dall’invecchiamento all’imbottigliamento, dalla distribuzione al marketing:
  • Francesco, responsabile amministrativo
  • Luca, responsabile per il marketing e per le pubbliche relazioni
  • Marco, enologo
  • Michele, cura le fasi della vinificazione e dell’imbottigliamento
  • Assunta, responsabile con Luca del marketing e della pubblicità.
Responsabile invece della Comunicazione e degli Eventi anche fieristici è il Sommelier Michelangelo Russo, da alcuni anni parte integrante dello staff e della famiglia Vicidomini.

L’azienda pur essendo legata alla tradizione sia per quanto riguarda i metodi di coltivazione, sia per la lavorazione di vitigni autoctoni, ha come obiettivo principale l’innovazione tecnologica, l’ampliamento ed il miglioramento qualitativo del prodotto.
Ed è proprio dall’incontro tra la tradizione e l’innovazione che nascono i “nobili” vini dei Campi Flegrei: la Falanghina e il Piedirosso che già gli antichi greci conoscevano ed apprezzavano.
Roséus Pes

di colore rosa cerasuolo. Al naso sentori acerbi di frutti rossi, tra questi riconoscibile in franchezza la fragolina di bosco. Al palato ha un impatto morbido e fresco, con una tenua sapidità minerale nel finale.
Scopri di più